fbpx

Il Dilemma Verticale.

Il Dilemma Verticale.

Vivere per lavorare o lavorare per vivere?

Facile la fate voi con i vostri aforismi su Facebook, la vita è un sola ed il cazzo pure, però poi i soldi non crescono mica sugli alberi!
 
Ecco che nasce il Dilemma Verticale: ovvero quando lavori dal lunedì al venerdì, poi sabato per un altra azienda, e sabato notte fai pure le 5.00.
 
Il dilemma verticale consiste nella mancanza cronica di tempo vs. mancanza cronica di soldi vs. mancanza cronica di sonno.
 
Puoi risolverne due, ma mai tutte e tre.
 
  • Puoi scegliere di lavorare solo fino al venerdì, e salvare sonno e vita privata, ma avrai meno soldi.
  • Puoi lavorare anche il sabato, e fare tranquillamente i tuoi bagordi, ma avrai sonno per sempre.
  • Poi scegliere di lavorare anche il sabato e sacrificare la tua vita privata sull’altare dei soldi.
 
Ecco, io quasi quasi, da suora di clausura, sceglierei la terza, tuttavia avere i soldi per fare shopping ma non il tempo: parecchio spiacevole.
 
Ora, la scelta è ardua.
Dove ci perdo di meno?
 
Privarmi del sonno mi porterebbe a non rendere a lavoro quanto devo;
privarmi della vita privata mi porterebbe a rinunciare alle poche gioie che già ho; privarmi del secondo lavoro mi porterebbe ad essere di nuovo una suora povera.
 
Che la soluzione non sia: resistere, resistere, resistere!?
 
E questo era tutto pre-covid! Ora il problema è persino peggiore, dato che spesso non solo non si hanno tre lavori (oddio, quest’estate mi è capitato lo stesso) ma capita di non averne neanche uno, o di tenerselo stretto con le unghie e con la cassa integrazione.
 
In particolare come posso non parlare del mondo della notte?
 
Per noi drag queen sì e no si riaprirà qualcosa l’estate prossima, ma non tutti i locali resisteranno all’assalto del 2020 ed il mondo delle discoteche era in crisi anche prima. 
 
Come possiamo pensare che possa tornare tutto come negli anni 90′?
 
E’ chiaro che entriamo sempre più in un mondo nuovo, e non parlo solo di discoteche: parlo di abitudine al distanziamento sociale, parlo di interi settori in ginocchio (dal turismo alla ristorazione all’abbigliamento) e a tutta una serie di persone che il lavoro lo stanno ancora cercando e a tutti quelli verranno costretti a farlo.
 
Come cercare lavoro in una pandemia globale? Meglio gettarsi da un ponte sperando che arrivi Superman a salvarci!
 
Battute a parte; capite che “vivere per lavorare o lavorare per vivere?” guadagna tutto un’altro significato ora. Dovremo forzarci ad accontentarci? Dovremo rinunciare ai nostri sogni?
 
Quale vita ci aspetta nel 2021? Ma soprattutto: dovremo reinventarci? E se sì: come?
E’ difficile smettere di essere regine..

To be continued…

Share post:

Leave A Comment

Your email is safe with us.